Note informative

Disciplinato il coordinamento tra norme fiscali e nuovo bilancio

163/2017

Il c.d. decreto Milleproroghe risolve i problemi di coordinamento dei nuovi principi contabili con la disciplina fiscale di determinazione dell’imponibile ai fini ires ed irap introducendo il principio di “derivazione rafforzata”, in base al quale trovano riconoscimento ai fini fiscali i criteri di qualificazione, imputazione temporale e classificazione stabiliti dal codice civile secondo l’interpretazione datane dai nuovi principi contabili. Il legislatore ha proseguito con passo più rilevante e meno incerto nell’ancorare le norme di determinazione del reddito d’impresa a quelle di redazione del bilancio d’esercizio cosicché, d’ora innanzi, i tributaristi che operano nelle aziende e nella professione dovranno sempre di più prestare attenzione ai principi contabili, data la loro prevalenza sui criteri fiscali.

Nuova chance per la rivalutazione dei beni d’impresa

162/2017

La legge di bilancio offre alle imprese la possibilità di rivalutare, pagando un’imposta sostitutiva, i beni materiali ed immateriali e le partecipazioni di controllo e di collegamento risultanti dai bilanci in corso al 31 dicembre 2015.

Depotenziata l’ace, incentivo alla capitalizzazione delle imprese

161/2017

La legge di bilancio 2017 riduce il rendimento nozionale, introduce ulteriori restrizioni antielusive e nuove regole di determinazione della base ACE per i soggetti irpef con l’effetto di ridimensionare l’incentivo.

Potenziati gli incentivi fiscali per le start-up e pmi innovative

160/2017

La legge di bilancio 2017 potenzia gli incentivi fiscali per coloro che investono nella start-up e nelle PMI innovative: l’investimento massimo agevolabile sale a 1.000.000 di euro e la percentuale di detrazione o deduzione è aumentata al 30%.

nuova edizione dell’oic 24, immobilizzazioni immateriali

159/2017

Le modifiche introdotte dal D. lgs 139/2015 ai criteri civilistici di valutazione del bilancio, che vietano la capitalizzazione dei costi di pubblicità e di ricerca anche applicata ed indicano utili punti di riferimento per l’ammortamento dell’avviamento, hanno spinto l’OIC ha rielaborare il principio contabile sulle “Immobilizzazioni immateriali” e a indicare norme transitorie di applicazione della nuova disciplina.

Agevolazioni per investimenti: super ed iper - ammortamenti

158/2017

La legge di bilancio 2017 estende ai beni acquistati nel 2017 la maggiorazione del 40% per ammortamenti e canoni di leasing (c.d. “super-ammortamenti”) e introduce la maggiorazione del 150% per i beni materiali ad alto contenuto tecnologico (c.d. “iper-ammortamenti”).

Novità per l’edilizia

157/2017

Sono prorogati l’aumento al 50% della detrazione sugli interventi di ristrutturazione edilizia, l’aumento al 65% della detrazione per gli interventi di risparmio energetico e la detrazione del 50% per gli interventi antisismici. Prorogato e potenziato il bonus alberghi. Le regole nazionali sul trattamento iva delle prestazioni di servizi su beni immobili sono adeguate ai principi comunitari.

il reato di false comunicazioni sociali

156/2017

L’intervento della Cassazione a Sezioni Unite e gli apporti della dottrina suggeriscono una riesposizione organica di quanto indicato nella nota informativa n. 13 del 16.6.2015. Le norme sul falso in bilancio non interferiscono con quelle per la repressione dei reati in materia tributaria, regolate dalla L. 10 marzo 2000, n. 74 e successive modifiche, trattata nella nota informativa n. 20 del 7.11.2011.

Riaperti i termini per la rivalutazione delle partecipazioni e dei terreni detenuti da persone fisiche

155/2017

Le persone fisiche possono rideterminare il costo fiscale delle partecipazioni e dei terreni detenuti al 1° gennaio 2017 mediante una perizia di stima e versamento di un’imposta sostitutiva dell’8% sul valore rivalutato.

Estensione temporale e potenziamento del credito d’imposta per ricerca & sviluppo

154/2017

La legge di bilancio 2017 estende di un anno, fino al 31 dicembre 2020, il periodo durante il quale le imprese possono beneficiare del credito d’imposta a fronte di investimenti in attività di ricerca e sviluppo ed eleva la misura del credito d’imposta dal 25 al 50%.