Indice cronologico delle note informative 2015 con i relativi abstracts

1/15

LA LEGGE DI STABILITA’ FAVORISCE IL RAVVEDIMENTO OPEROSO

La legge di stabilità 2015 introduce significative modifiche all’istituto del ravvedimento operoso: il contribuente potrà ravvedersi fino alla decadenza del termine per l’accertamento e a prescindere dalla circostanza che la violazione sia già stata constatata dall’Amministrazione Finanziaria.

2/15

LA LEGGE DI STABILITA’ AMPLIA LE IPOTESI DI REVERSE CHARGE

La legge di stabilità 2015 amplia le ipotesi di reverse charge, in relazione ad alcuni servizi svolti sugli edifici e ad alcune operazioni del settore energetico, ed introduce il meccanismo di pagamento dell’imposta a carico del cessionario per le operazioni effettuate nei confronti della Pubblica Amministrazione.

3/15

RIAPERTI I TERMINI PER LA RIVALUTAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI E DEI TERRENI DETENUTI DA PERSONE FISICHE

Le persone fisiche possono rideterminare il costo fiscale delle partecipazioni e dei terreni detenuti al 1° gennaio 2015 mediante una perizia di stima e versamento di un’imposta sostitutiva dell’ 8% o del 4%, a seconda, rispettivamente, che la partecipazioni sia “qualificata” o “non qualificata”.

4/15

BENEFICI FISCALI PER INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA E DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

E’ stato prorogato fino al 31 dicembre 2015 l’aumento al 50% della detrazione sugli interventi di ristrutturazione edilizia, estesa agli acquisti di arredi per gli immobili da ristrutturare, e l’aumento al 65% della detrazione per interventi di risparmio energetico.

5/15

LE NOVITA’ POSITIVE E NEGATIVE PER L’IRAP

La legge di stabilità 2015 prevede che i costi per il personale a tempo indeterminato siano deducibili ai fini irap, ma abolisce la riduzione delle aliquote d’imposta che avrebbe dovuto operare dal 2014. Ai soggetti che non si avvalgono di dipendenti, è riconosciuto un credito d’imposta in misura pari al 10% dell’irap.

6/15

IL NUOVO PRINCIPIO CONTABILE: CONTENUTO DELLE POSTE DI STATO PATRIMONIALE E DELLE VOCI DI CONTO ECONOMICO

Il nuovo principio contabile nazionale OIC 12, in un’ampia carrellata, rivisita le poste di stato patrimoniale e le voci di conto economico, ne individua il contenuto e i metodi di iscrizione, offrendo con un indefettibile contributo alla chiarezza del bilancio d’esercizio.

7/15

LE PRINCIPALI NOVITA’ PER IL NO PROFIT

La legge di stabilità 2015 introduce novità fiscali positive (art bonus e incremento delle agevolazioni per erogazioni alle onlus) e negative (la tassazione dei dividendi passa dall’1,375% al 21,37%) per gli enti non commerciali.

8/15

IL PRIMO DECRETO DELEGATO ATTUATIVO DEL “JOBS ACT”: IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI

Il decreto delegato porta a una svolta del mercato del lavoro, essendo stata soppressa la sanzione della reintegrazione del lavoratore per motivo oggettivo di licenziamento e notevolmente ristretta quella per licenziamento disciplinare. Per valutare il primo impatto della riforma occorre attendere i prossimi mesi e gli altri decreti delegati, in particolare, quello sul riordino delle tipologie contrattuali.

9/15

VOLUNTARY DISCLOSURE: UNA COLLABORAZIONE VOLONTARIA A CARO PREZZO

La "voluntary disclosure" consente ai residenti in Italiani che detengono attività finanziarie o patrimoniali all’estero non dichiarate al Fisco, di sanare la loro posizione, anche penale, pagando le relative imposte e le sanzioni in misura ridotta. Si tratta di una autodeduncia spontanea che non garantisce l’anonimato o sconti sulle imposte ma solo una riduzione delle sanzioni ed evita futuri accertamenti.

10/15

CHIARIMENTI UFFICIALI SULLE NUOVE IPOTESI DI REVERSE CHARGE NELL’EDILIZIA

La circolare 14/E del 27 marzo chiarisce che per identificare le nuove ipotesi di reverse charge nell’edilizia occorre far riferimento ai codici ATECO 2007.

11/15

AGEVOLAZIONI PER IL POTENZIAMENTO TECNOLOGICO DELLE IMPRESE. Parte prima: start up innovative e PMI innovative.

Il governo sta ampliando il corpus normativo a favore dell’innovazione tecnologica delle imprese: sono ampliati i benefici a favore delle start-up innovative, vengono agevolate le imprese c.d. innovative, è modificato il credito d’imposta per ricerca e sviluppo e viene introdotto un regime di favore per i redditi derivanti dall’utilizzo indiretto di opere dell’ingegno, marchi e brevetti (c.d. patent box). La presente nota informativa analizza le prima due misure agevolative.

12/15

AGEVOLAZIONI PER IL POTENZIAMENTO TECNOLOGICO DELLE IMPRESE. Parte seconda: credito d’imposta per ricerca & sviluppo e patent box.

Il governo sta ampliando il corpus normativo a favore dell’innovazione tecnologica delle imprese: dopo aver analizzato i benefici a favore delle start-up innovative e delle imprese innovative, si esamina il credito d’imposta per ricerca e sviluppo e si formulano le prime considerazioni sul regime di favore per i redditi derivanti dall’utilizzo di opere dell’ingegno, marchi e brevetti (c.d. patent box).

13/15

FALSO IN BILANCIO E IN ALTRE COMUNICAZIONI SOCIALI

  Il falso in bilancio è tornato tra i reati punibili ad iniziativa del pubblico ministero senza l’impedimento di una prescrizione troppo breve a completare l’istruttoria: la pena si applica allorché consapevolmente vengono comunicati fatti materiali falsi od omessi fatti materiali la cui comunicazione è obbligatoria, prescindendo dal verificarsi del danno.

14/15

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE SOCIETA’ ESTERE CONTROLLATE (C.D. CFC)

  Il decreto per la crescita e l’internazionalizzazione delle imprese introduce significative novità in tema di fiscalità internazionale: accordi preventivi per le imprese con attività internazionale, dividendi provenienti da soggetti residenti in Paesi black list, deducibilità dei c.d. "costi black list" non eccedenti il valore normale, determinazione del reddito delle società ed enti non residenti, regime di sospensione d’imposta per le operazioni straordinarie transfrontaliere, trasferimento della sede in Italia, controlled foreign companies, a cui è dedicata la presente nota. Tra le novità, oltre alla black list aggiornata dalla legge di stabilità, viene eliminato l’obbligo dell’interpello preventivo, è prevista l’obbligatorietà del contradditorio, l’obbligo di indicare la cfc in Unico e semplificazioni nella determinazione del tax rate delle entità estere.

15/15

LA NOVITA’ PER DIVIDENDI E COSTI BLACK LIST

  Tra le altre novità in tema di fiscalità internazionale introdotte dal decreto per la crescita e l’internazionalizzazione delle imprese rilevano la correzione delle storture sull’imposizione dei dividendi da Paesi black list (tassazione integrale solo in caso di partecipazioni di controllo e credito d’imposta in caso di black list con attività locale effettiva) e l’eliminazione di alcune incomprensibili limitazioni alla deducibilità dei costi con fornitori black list.

16/15

GLI ULTIMI DECRETI DELEGATI ATTUATIVI DEL “JOBS ACT”:

IL CONTROLLO A DISTANZA DEI LAVORATORI

  Il decreto delegato 151/2015, in vigore dal 23.9.2015, introduce la possibilità del controllo dell’attività lavorativa dei dipendenti con apparecchi audiovisivi ed altri strumenti tecnologici: in alcuni casi, previo accordo con le rappresentanze sindacali o, in mancanza, previa autorizzazione amministrativa, in altri casi, senza necessità di accordi o autorizzazioni.

17/15

LA DEDUCIBILITA’ DELLE PERDITE SU CREDITI SI AMPLIA E ACQUISTA CERTEZZE

  Ancora interventi sulle norme che regolano la deducibilità delle perdite su crediti: sono eliminate le incertezze sul momento in cui la deduzione deve essere operata ed è ampliato il novero delle procedure assimilate a quelle concorsuali (includendo i piani di risanamento e le procedure estere equivalenti) che consentono la deduzione della perdita. Un’opportuna e breve disamina sulla valutazione dei crediti secondo i principi contabili e le norme tributarie.

18/15

NUOVI STRUMENTI PER IL SALVATAGGIO DELLE IMPRESE. L. 132/2015

  Con la legge 6 agosto 2015, n. 132, sono stati introdotti nel nostro ordinamento nuovi strumenti per il salvataggio di imprese valide che versano in crisi sanabile, che si affiancano a quelli già esistenti. La moratoria dei pagamenti e gli accordi di ristrutturazione dei debiti con particolari effetti nei confronti di banche ed altri intermediari finanziari sono oggetto della presente nota, mentre la prossima tratterà principalmente del nuovo concordato preventivo con continuità aziendale. 

19/15

ACCESSO ALLA FINANZA DELLE IMPRESE IN CRISI. L. 132/2015

  La legge 6 agosto 2015, n. 132, oltre ad aprire le procedure concorsuali alla concorrenza incoraggiando la presentazione di offerte competitive con quelle presentate dall’imprenditore, ha cercato di favorire, prima che la situazione peggiori, l’accesso delle imprese valide ma in crisi reversibile alle procedure di risanamento e continuità aziendale con norme che affrontano i problemi finanziari di dette imprese nel breve e nel brevissimo periodo (c. d. finanza ponte).

20/15

LA NUOVA DISCIPLINA (RESTRITTIVA) DELLE RINUNCE AI CREDITI DA PARTE DEI SOCI

Il decreto per la crescita e l’internazionalizzazione delle imprese stabilisce che, con decorrenza dall’esercizio 2016, la rinuncia ai crediti da parte dei soci non genererà sopravvenienza attiva imponibile per l’impresa debitrice solo entro il limite del valore fiscale del credito del socio, che quest’ultimo dovrà comunicare per iscritto alla partecipata. 

21/15

PATENT BOX: DETASSAZIONE DEI REDDITI DERIVANTI DALL’UTILIZZO DEI BENI IMMATERIALI.

  Con la pubblicazione dei decreti e provvedimenti attuativi e della circolare dell’Agenzia delle entrate è stato completato il quadro normativo del regime di favore per i redditi derivanti dall’utilizzo di opere dell’ingegno, marchi e brevetti (c.d. patent box). L’opzione per il 2015 deve essere esercitata entro il 31 dicembre.